La compagnia

Spettacoli

Formazione

Calendario

Immagini

Testi

Artisti associati

Residenze

News

 
 

L’ESSERE SCENICO
Note sulla didattica

E se il corpo non opera in pieno quanto l’anima?
Chè se il corpo non è l’anima, che cos’è dunque l’anima?
W. Whitman

Insegnare; far passare dei segni. Da corpo a corpo. Alla maniera dell’arte: tendenziosamente.Un modo di fare scuola strettamente legato ad un intensa attività di palcoscenico, inteso come luogo di azioni e di sentimenti, nel tentativo di un sentire alto e altro.
Un ritorno costante agli aspetti tecnici, improvvisativi e compositivi della danza, al di là di ogni codice e abitudine. In agguato a tutte le potenzialità espressive sceniche, con attenzione particolare all’azione fisica (forma) come contorno presumibile dell’anima e quindi come possibilità più diretta e coerente di fare teatro.

Divisione generale dell’incontro: TECNICA (interpretazione) e LABORATORIO (creazione).

TECNICA:
Introduzione: Za zen, la danza immobile. Studio della stasi.
Azione: l’uso di codici coreografici inteso come mezzo e non come fine. Da esercizi di base per il "piazzamento" (a terra e in piedi) alla definizione e all’approfondimento di una sequenza di movimenti.
LABORATORIO:
L’essere scenico: l’azione neutra.
Presentazione: l’azione scenica come disposizione ed offerta.
Improvvisazione: dall’intuizione all’esecuzione. Pensare con il corpo. L’ascolto.
Composizione: dall’esecuzione, attraverso la memoria, alla creazione (opera finita e ripetibile).
Epilogo: Kin hin (il passo del ladro). Studio della mobilità.

Tra le Scuole ed i Teatri che li hanno ospitati ricordiamo: Fondazione Accademia d'arti e mestieri dello spettacolo-Teatro alla Scala di Milano, Piccolo Teatro di Milano, Fondazione Nazionale della Danza-Aterballetto, Accademia Isola Danza - Biennale di Venezia, Civica Accademia d'arte Drammatica Nico Pepe di Udine, Union des Artistes-Montréal; Compagnie Les Nuages en Pantalon-Québec;Bolzano Danza, ETI-Laboratorio di formazione teatrale Progetto Aree disagiate: San Giuseppe Jato (Palermo), ETI- I Porti del Mediterraneo V Edizione (Libano), Scuola d'Arte Drammatica Antoniano di Bologna, Scuola di teatro di Bologna (A. Galante Garrone), Scuola del Balletto di Toscana.